Vi resteranno nel cuore i laghi, i tramonti, il silenzio e il profumo di bosco...

Castel Gandolfo conosciuta perchè   è  

residenza estiva dei Papi dal XVII sec., perchè ha la fortuna di affacciarsi su uno dei laghi vulcanici più famosi nel Lazio e perchè si trova nel  cuore verde dei Castelli Romani. 

Da visitare sono la Collegiata Pontificia di San Tommaso da Villanova, la cui cupola fu progettata dal Bernini sempre nel XVII sec. e il Palazzo Pontificio, ora diventato museo e visitabile.

Per una bella passeggiata di circa 12 km ad anello  vi consigliamo di seguire il sentiero che costeggia il lago, ma per assaporare la sua bellezza lo potrete fare   in canoa, in bici o in battello.

Siamo ad Albano, la visita comincia con i Cisternoni, riserva d'acqua della Seconda Legione Partica, tuttora utilizzata dalla cittadina.  Salite  fino all'Anfiteatro Romano,  che   in estate diventa scenario per eventi teatrali e opere liriche e poi scendete verso le  Terme di Caracalla, la Villa Imperiale , Porta Pretoria, il Sepolcro degli Orazi e Curiazi. Due  bellissime chiese, San Pietro e la Rotonda  concludono la visita.

Altro angolo di paradiso è Nemi con le sue fragoline  coltivate lungo le sponde del lago omonimo e dei suoi fiori. Borgo senza tempo dove i sensi si accendono nel silenzio che lo pervade  tra i colori dei suoi tramonti.

 

Tour insolito per Marino...cominciamo andando a caccia del vicolo più romantico  di Marino " il vicolo bacia donne" per poi addentrarci nei sotterranei, un reticolato di grotte comunicanti  scavate nel tufo vulcanico, visitabili contattando archeoclubcollialbani@gmai.com. Il periodo più florido fu il medioevo con il susseguirsi di casate dai conti Tuscolo ai Colonna. Esaltante è il ritrovamento del Mitreo  ricavato in una preesistente cisterna d'acqua di 29 metri scavata nel peperino che termina con un particolare   dipinto, si dice ad encausto perchè fatto direttamente sull'intonaco raffigurante il dio Mitra che uccide il toro.